Motori Cantoni

Concessionario Elektropol Cantoniriparazione Motori Cantoni

 

 

 

riparazione Motori elettrici CantoniDOWNLOAD CATALOGO: Dim. 2,0 MB – Formato PDF

 

MOTORI ASINCRONI TRIFASE E MONOFASE
ALTO RENDIMENTO – PROTEZIONE IP 55 – CLASSE F DIRETTIVE CEE – MARCHIO CE

IL RENDIMENTOriparazioni Motori elettrici Cantoni

L’impiego di motori asincroni a prestazioni energetiche migliorate, oltre a rappresentare un risparmio per il singolo utilizzatore, può avere riflessi economici anche sul piano Nazionale e contribuire in modo sostanziale al risparmio energetico; tali aspetti sono particolarmente sentiti a livello comunitario, tanto che gli esperti della commissione Europea richiedono ai costruttori di motori elettrici di ridurre in modo significativo il consumo di elettricità derivata dalla loro produzione, come del resto è già avvenuto per il settore elettrodomestico.

Un’importante caratteristica dei motori Cantoni, è il rendimento elevato e sensibilmente stabile al valore del carico praticamente invariato dal 100% al 60%. L’aumento del rendimento dei motori è stato ottenuto in particolare, con un adeguato dimensionamento del circuito magnetico e dell’avvolgimento per ridurre le perdite nel ferro e nel rame, ed agendo sul sistema di ventilazione per ridurre anche le perdite meccaniche.
Motori Cantoni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


LIVELLO SONORO
Livello sonoro di funzionamento. Tutti i motori Cantoni sono caratterizzati da un basso livello sonoro di funzionamento. I valori di rumorosità rispettano ampiamente le prescrizioni indicate nelle norme IEC 34 – 9. Nella tabella (tab. 1) sono indicati i differenti valori di livello sonoro Ld1 (A) dei motori nella versione base a 50 Hz (tolleranza ± 3dBA). Per funzionamento a 60 Hz i valori aumentano di circa 3 dBA.

 

Negli ambienti di lavoro in cui operano diversi motori elettrici, il basso livello sonoro ricopre un’importanza fondamentale per la tutela delle persone e dell’ambiente.

SERVOVENTILAZIONE
Motori per funzionamento a velocità variabile
L’utilizzo dei motori asincroni trifase in configurazione standard abbinati con dispositivi per la variazione della velocità, necessita di alcune attenzioni:

- nell’impiego continuativo del motore a velocità ridotta, la ventilazione risulta non essere sufficientemente efficace;

- utilizzando la macchina ad una velocità particolarmente alta, il rumore emesso dalla ventilazione può rendere il motore non più silenzioso e quindi non più rispondente alle norme IEC 34-9.

In entrambi i casi, si consiglia l’utilizzo di una ventilazione forzata o “servoventilazione” con portata costante ed indipendente dalla velocità del motore “IC43A” (nuova denominazione IC 416 A). Questo tipo di ventilazione forzata consiste in un ventilatore coassiale dell’albero del rotore, alimentato separatamente rispetto al motore principale.
Con l’utilizzo della servoventilazione, si consiglia inoltre l’utilizzo di termoprotettori, in modo tale da prevenire dannosi surriscaldamenti dell’avvolgimento statorico nel caso di un’avaria alla servoventilazione.
E’ possibile montare encoder, resolver, dinamo tachimetriche etc. per i controlli di velocità e posizione motori.